PMagazine

Karim Rashid

"Dall'animo futuristico, Karim Rashid viene immediatamente identificato come il designer delle forme innovative."

Con la pubblicazione del nuovo numero di PMAGAZINE – La Trilogia del Design, abbiamo il piacere di presentare il Nuovo Volto della rivista che, con il diciottesimo numero, diventa il famoso Karim Rashid. Designer poliedrico, dallo stile inconfondibile, caratterizzato da colori accesi e forme curvilinee e organiche, Karim è uno dei creativi più attivi a livello internazionale, le cui collezioni sono presenti in diversi musei, tra cui il Museum of Modern Art di New York.

Di origini egiziane, Karim Rashid, vive da diversi anni a New York City, dove ha sede il suo Studio di progettazione, dal quale escono in continuazione nuove collezioni di design per il settore product design, furniture design, interior design, architettura, moda e grafica, per i più noti brand.
Dall'animo futuristico, Karim Rashid viene immediatamente identificato come il designer delle forme innovative e non standardizzate; con più di 4.000 progetti in produzione e 300 premi vinti, si può affermare che Karim Rashid, sia la nuova icona del design internazionale.

Viene spesso preso d'esempio, da noi designer, per la complessità dei suoi progetti, appartenenti ai settori dell'interior design e del product design, nei quali l'estetica occupa un ruolo fondamentale. Può essere definito un designer anticonvenzionale, infatti i suoi progetti di interior design si presentano come ambientazioni avvenieristiche, quasi fossero scenografie di film ambientati nel futuro. Design e arte si fondo in un tutt'uno, dando origine a prodotti commerciali che, già di per sé sono prodotti di comunicazione e non solo industriali. Un trolley, ad esempio, diventa quasi un'opera di grafica digitale, uno zaino, invece, una scultura d'arte contemporanea.

Nei mesi a venire, Karim Rashid ci accompagnerà in un mondo meraviglioso, fatto di colore, forme, linee pure e sinuose, attraverso la presentazione dei suoi progetti all'interno delle rubriche della rivista.
A questo punto, diamo il benvenuto da parte di tutta la redazione a... Karim Rashid!


Nicolò Andrioli

error: Contenuto protetto da copiright